Cloud

Il futuro dei cloud e come questi preparano le PMI per il futuro

Molte grandi aziende danno già per scontati i cloud ibridi. Tuttavia, molte piccole e medie imprese non riescono ancora a vederne i benefici. Presto lo faranno, poiché questa tecnologia offre molteplici vantaggi.

27.07.2021
6 minuti 6 minuti
img_keyvisual_post_kw30.jpg
Contenuti
Molte piccole e medie imprese utilizzano ancora i propri server e lo fanno senza servizi cloud. Altre affidano tutto all'esterno e dipendono interamente da cloud pubblici. Entrambi gli approcci hanno dei punti deboli quando si pensa a un'efficiente gestione e sicurezza dei dati. La soluzione elegante è rappresentata dal cloud ibrido. Questo combina i vantaggi di entrambi i metodi in termini di archiviazione dei dati, backup, collaborazione dei team e, molto importante, sicurezza dei dati.

Nuove libertà, nuove opportunità, nuovi rischi

Le nostre abitudini lavorative stanno diventando sempre più mobili. Questo ha parecchi vantaggi, ma comporta sfide molto complesse, in particolare per i servizi IT. Molte aziende hanno comprensibili riserve in merito all'archiviazione dei dati nei cloud. Di quale sistema possono fidarsi? Dove è possibile archiviare applicazioni e dati con la massima sicurezza? Allo stesso tempo, tutti desiderano team che lavorino a stretto contatto reciproco, ma non sempre in un unico ufficio, per collaborare in modo efficiente e accedere con facilità a dati e informazioni importanti nel loro flusso di lavoro. Attualmente esistono soluzioni che rendono più efficaci l'uso dei social network, la creazione condivisa e la messaggistica istantanea, sia a livello locale sia globale. Questi servizi strutturano i progetti attorno ai team e si dimostrano agili nell'adattarsi allo sviluppo e alle specifiche esigenze di un'azienda. E ovviamente, anche il rigoroso rispetto del Regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR) è garantito. Poiché i processi aziendali sono sempre più veloci e più automatizzati grazie all'avanzamento della trasformazione digitale, il volume dei dati cresce in maniera esponenziale. La capacità dell'infrastruttura fisica richiede considerevoli integrazioni e ampliamenti. I concetti di virtualizzazione e i servizi cloud sono inevitabili per chiunque desideri rendere la propria infrastruttura IT efficiente in vista del futuro.

La chiave risiede nel proteggere senza soluzione di continuità l'infrastruttura, i dati e ovviamente l'identità dei dipendenti per mezzo di sistemi di sicurezza nell'ambito di servizi IT gestiti. Uno degli aspetti principali è il modo in cui viene trattata la gestione del backup. È importante per le aziende essere in grado di vedere e configurare singolarmente quali dati archiviare e dove. Che cosa dovrebbero conservare sui loro server d'ufficio e cosa dovrebbero caricare su cloud? Perdite potenziali, così come guasti di sistema e relativi costi, devono essere ridotti al minimo. Chi vuole che la propria azienda sia costretta a fermarsi poiché dati sensibili sono andati persi in modo irrecuperabile a causa di un errore umano o di un attacco informatico? L'attività operativa deve svolgersi in modo affidabile.

Agile e mobile: Millennial

Uno dei fattori da non sottovalutare, oltre alla digitalizzazione in corso delle comunicazioni e dei processi lavorativi, è il cambiamento che la nuova generazione di Millennial rappresenta: i primi nativi digitali. Avrai visto come i Millennial vogliano provare sempre di più e come siano agili e mobili. Questa generazione ha bisogno di un mondo del lavoro che si adatti in modo flessibile alle loro esigenze. Sono pertanto consigliati strumenti per la collaborazione tra team basati su cloud, ad esempio quelli basati su Microsoft 365. Essi consentono a chiunque di lavorare ovunque si trovi e di accedere alle versioni più aggiornate di un dato documento. I datori di lavoro che ignorano questo aspetto andranno rapidamente incontro a problemi quando cercheranno di reclutare nuovo personale.

 
infografica della crescita dei sistemi su cloud ibridi

i cloud ibridi registreranno in futuro una crescita molto elevata per le PMI e le aziende


Approcci misti flessibili stanno emergendo

Nel 2016, la società di consulenza e strategia Deloitte riferì, nel suo "Sondaggio sui Millennial" che il 75% dei Millennial avrebbe desiderato lavorare senza essere legati a un ufficio. Molte aziende stanno già rispondendo e passando a prodotti IaaS (IaaS = Infrastructure as a Service). L'azienda russa di software Kaspersky Lab svolge ogni anno tra i responsabili decisionali IT un sondaggio generale sui rischi per la sicurezza IT in azienda. Quest'anno, hanno partecipato 6614 addetti ai lavori di 29 paesi e uno dei risultati è stato che il 66% delle grandi aziende e il 49% delle PMI intende continuare ad ampliare i propri scenari di cloud ibridi. Pertanto, le piccole e medie imprese apprezzano in misura sempre maggiore il potenziale rappresentato dalla gestione dei propri dati basata su un approccio misto: a casa, in azienda, su cloud privati e su cloud pubblici. Un effetto collaterale del prevedere servizi cloud è che questo riduce i costi. L'addebito avviene solitamente in base all'uso. Eccesso di capacità e risorse inutilizzate fanno ormai parte del passato.

Quindi, quale approccio dovrei scegliere per la mia azienda?

In realtà, alcune persone desiderano diventare grandi esperti di IT e parlano continuamente di sistemi, punti di forza, debolezze, opportunità e rischi. Le persone vogliono dedicarsi alle loro attività principali e per questo hanno bisogno di soluzioni che mantengano la mente sgombra per ciò che è davvero importante. L'obiettivo è combinare sicurezza e flessibilità. Cosa tendi a preferire? Tenere tutto in azienda in modo da poter risolvere ogni problema internamente e in modo autonomo? Spostare tutte le applicazioni e i dati sul Web per restare libero e flessibile? Entrambe le cose? Ti libera da ogni pensiero o ti fa passare notti insonni? Questo è il momento di decidere quale può essere per te il futuro del cloud computing. Con un servizio su cloud ibrido, puoi combinare e sfruttare congiuntamente i vantaggi di due filosofie.

Una cosa è certa: Le PMI non potranno evitare di vedere come i loro processi, file e applicazioni possono essere gestiti utilizzando soluzioni intelligenti, economiche e sicure. I cloud ibridi possono essere un metodo lungimirante anche per le piccole imprese, non solo per le grandi multinazionali.

ULTERIORI INFORMAZIONI

Cloud pubblico
I cloud pubblici sono offerti da fornitori a titolo gratuito e sono accessibili a chiunque tramite Internet. Essi vanno dai servizi di posta elettronica a servizi completi come Google Docs, che archivia documenti creati con il pacchetto Office nel servizio di hosting di file Google Drive.

Cloud privato
Molte aziende preferiscono utilizzare la propria infrastruttura IT e mantenere uno stretto controllo sulla sicurezza IT e la protezione dei dati. Ciò significa che il server si trova nella sede dell'azienda ed è accessibile solo ai suoi dipendenti. Ciononostante, gli utenti possono sfruttare i vantaggi offerti dai cloud utilizzando i loro browser Web, con applicazioni IT che non richiedono installazione e manutenzione e un'infrastruttura IT scalabile.

Cloud ibrido
Quando entrambe le soluzioni vengono utilizzate contemporaneamente, dati e applicazioni critici per la protezione dei dati rimangono archiviati nell'infrastruttura aziendale, mentre altri servizi vengono semplicemente eseguiti su Internet. Quello che importa è definire e classificare chiaramente tutti i dati da elaborare.

Cloud in comunità
Sono meno comuni. Fanno riferimento a un'infrastruttura utilizzata congiuntamente da più aziende, come nel caso di un particolare progetto. Determinati utenti hanno accesso congiunto a taluni servizi non disponibili al pubblico.

Potrebbe interessarti anche:

Stampa da cloud, nove motivi per cambiare

Sicuramente sei a conoscenza della stampa da cloud, ma forse non sai perché è...

Cloud
18.09.2021

Non ci sono limiti: i 6 vantaggi (e i 3 svantaggi) del cloud computing

Hai sentito che il cloud computing è la via da seguire, ma non sei ancora del...

Cloud
18.06.2021
Da noi per te: