Konica Minolta incrementa la quota di partecipazione in MGI

| 22. ott 2020

Konica Minolta Inc. (Konica Minolta) ha annunciato un ulteriore investimento nella società francese MGI Digital Technology (MGI), leader nel settore della produzione di sistemi di nobilitazione digitale ad alto valore aggiunto. Konica Minolta e MGI hanno realizzato un'alleanza azionaria e commerciale a partire da gennaio 2014.


 Lo scorso 30 settembre 2020, Konica Minolta ha acquisito un'ulteriore partecipazione in MGI, portando la quota di partecipazione, insieme a quella esistente, al 42.3%.  MGI, che conta 204 dipendenti, è stata fondata nel 1982 e ha la sua sede centrale a Fresnes, in Francia. Nell’anno 2019 i ricavi di MGI sono stati pari a 68,17 milioni di euro. 


I sistemi di nobilitazione digitale di MGI utilizzano testine a getto d'inchiostro prodotte al 100% da Konica Minolta e rispondono all'esigenza di una stampa ad alto valore aggiunto che metta in risalto effetti tattili prestigiosi sui prodotti. MGI si sta espandendo anche nel settore della stampa di circuiti elettronici e di altri tipi di stampa industriale.


Nel 2016, Konica Minolta è entrata a pieno titolo nel campo della stampa industriale. Massimizzando il valore della stampa attraverso la tecnologia digitale, l'azienda si è aperta a nuovi mercati e ha ampliato il suo business. La stampa di etichette e gli imballaggi sono due settori che hanno dimostrato di avere spazio per la digitalizzazione nei processi di post-stampa (verniciatura, laminazione, foil, fustellatura). Introducendo nuove lavorazioni con vernice 2D/3D e Hot Foil, Konica Minolta ha aumentato la sua presenza nel mercato della stampa industriale, che appare tuttora un business in crescita.  


Konica Minolta ha affermato che, negli ultimi quattro anni, il suo business nel settore della stampa industriale è praticamente raddoppiato. Sebbene durante la pandemia, la domanda abbia temporaneamente ristagnato in alcune aree, l’azienda prevede che nel medio-lungo termine la stampa industriale continuerà a crescere e si troverà a rispondere sempre più a esigenze “on demand”, con tirature e tempi ridotti. Il passaggio dalla stampa analogica a quella digitale non potrà far altro che accelerare.   


La digitalizzazione delle attività di post-stampa diventerà quindi sempre più importante; sarà fondamentale per gli stampatori differenziarsi e dotarsi di sistemi di nobilitazione digitali di livello. Per questo Konica Minolta ha deciso anche in questo momento delicato di incrementare l’alleanza con MGI, la prima azienda al mondo a commerciare sistemi di nobilitazione digitale. 


Non solo, ma relativamente al settore del packaging, Konica Minolta sta attualmente commercializzando AccurioJet KM-1e, una macchina da 29 pollici a getto d'inchiostro UV alimentata a foglio che può stampare anche su cartoni per imballaggi. Anche per il mercato della stampa di imballaggi è prevista una crescita del 15% all'anno dal 2018 al 2028. A drupa, nel 2016, MGI ha presentato ALPHAJET, un sistema che consente la stampa, la nobilitazione e la finitura anche su supporti in cartone ondulato. Konica Minolta si impegnerà a stabilire un forte posizionamento sul mercato anche per il sistema MGI ALPHAJET, sfruttando la sua rete di vendita globale e il suo know-how del settore. 


Obiettivo di Konica Minolta del prossimo futuro: essere in grado di offrire un portfolio completo di soluzioni di prestampa, stampa e post-stampa, in digitale.