Nuova sede, nuova Konica Minolta: la filiale italiana della multinazionale giapponese cambia uffici e posizionamento

Konica Minolta Italia cambia sede e trasferisce l’headquarter italiano in viale Certosa, 144 a Milano. A cambiare è anche il posizionamento dell’azienda, che da leader nel campo della stampa office e professionale, mira oggi ad essere un partner strategico nella trasformazione digitale dei clienti.

Si è appena concluso l’evento di inaugurazione della nuova sede di Konica Minolta Italia che ha celebrato il trasferimento dei suoi uffici e del suo nuovo showroom in una sede completamente rinnovata e unica nel suo genere. Il nuovo edificio - denominato “Green Place” - con 1.000 m2 di pannelli fotovoltaici in copertura, una progettazione secondo standard Leed (certificato Gold) e prestazioni energetiche di classe B, riflette appieno la filosofia “green” che da anni caratterizza l’azienda.

“Il nuovo Headquarter vuole essere un luogo di incontro tra le diverse attività, un catalizzatore di energie e aspirazioni. I nostri nuovi uffici e showroom sono l’espressione concreta della nuova storia che vogliamo raccontare e di ciò che vogliamo essere: un consulente strategico, un partner al fianco delle imprese, in grado di accompagnarle nel percorso di trasformazione digitale. Il nostro headquarter in primis è stato progettato in un’ottica di lavoro smart e people centric” ha dichiaro Hiroshi Hioshioka, Presidente di Konica Minolta Italia.

In primo luogo, Konica Minolta ha ripensato al proprio Showroom, oggi denominato Digital Imaging Square: uno spazio di lavoro di circa 900 mq interamente rinnovato e realizzato secondo logiche di efficienza e funzionalità. Un’area interattiva, volta ad accogliere i clienti e far loro “toccare con mano” le tecnologie e innovazioni nei diversi ambiti: servizi di gestione dell’IT, servizi di gestione documentale e dei flussi di lavoro in ufficio, stampa industriale, stampa professionale, sicurezza e videosorveglianza, realtà virtuale e realtà aumentata.

I nuovi uffici appaiono caratterizzati da grandi open space che ripropongono la dinamicità e i valori di collaborazione e condivisione. Gli spazi e le modalità di lavoro sono stati pensati per favorire lo scambio di conoscenze e facilitare il flusso ottimale delle attività, riducendo la presenza di carta: scrivanie non assegnate, numerosi spazi di lavoro informali, sale riunioni di diverse dimensioni e tipologia, aree per il brainstorming con pareti scrivibili e un’agorà, un’area di incontro e ricreativa con tanto di bigliardino e cucina dove trascorrere i momenti di break.

Alla trasformazione degli spazi è stata associata l’introduzione dello smartworking, che permette ai dipendenti dell’azienda una maggior flessibilità e una migliore conciliazione tra lavoro e famiglia. Ridurre i tragitti tra casa e lavoro consente anche di ridurre l’impatto sull’ambiente. Anche le emissioni prodotte dal funzionamento dei dispositivi di stampa presenti in azienda vengono compensate attraverso un programma esclusivo Konica Minolta. Sempre per favorire la riduzione di emissioni e il contatto tra colleghi, Konica Minolta ha inoltre adottato un sistema di car pooling aziendale che permette ai suoi dipendenti, attraverso una App, di condividere l’auto per recarsi al lavoro. Infine, una serie di servizi di welfare lanciati proprio nello scorso mese confermano l’attenzione dell’azienda verso le sue persone: tintoria interna, consulenza legale gratuita, nutrizionista in sede per consulenze personalizzate e visite di diagnosi precoce in collaborazione con Lilt sono alcune delle iniziative lanciate previste dall’azienda in Italia.

Konica Minolta Italia è un’azienda in crescita: nel 2017 ha assunto circa 35 persone e ha scelto l’Italia come uno dei Paesi in cui aprire uno dei suoi centri di innovazione: KMLE (Konica Minolta Laboratory Europe). Come annunciato durante l’inaugurazione del Laboratorio lo scorso febbraio, saranno 100 i nuovi giovani talenti che Konica Minolta si porterà a bordo per sviluppare le tecnologie del futuro in ambito di Intelligenza Artificiale, IOT e Robotica.